Un Aspide nell’Aiuola Sinergica a Cittanova !?

Pressochè impossibile. Ma neanche se qualcuno in cattiva fede ce lo portasse apposta per dimostrare che c’è.
Con la calura primaverile ecco uscire fuori innumerevoli animali, dai piu piccoli ai piu grandi che interagiscono tra di loro in misura tanto maggiore quanto più si innalza la temperatura. Fra questi senz’altro il piu comune alle nostre latitudini è la lucertola, detta anche scefràta, che si nutre di tanti piccoli invertebrati che, come lei, escono dai loro nascondigli fra le pietre non appena la temperatura supera la soglia del tiepido.
Poi c’è il biacco nero (Hierophis viridiflavus), che nella nostra zona è conosciuto da tutti come “scorzune”. E’, per intenderci, la esatta miniatura di quei mostri in certi dipinti antichi in cui San Giorgio combatte contro il demonio, ed è anche quello che la popolazione rurale, con questo innocuo e utilissimo ofide continua a intraprendere: ucciderlo come San Giorgio ammazza il Drago malefico, senza pietà.
Non è la prima volta che mi viene detto da persone che frequentano l’aiuola che per via della quantità di vegetazione che permetto di crescervi, l’aiuola diventa un ricettacolo di serpi, intendendo i tanto odiati scorzuni, così neri, viscidi e, dicono, maleodoranti, nonchè pericolosi.
Certo, se anche dovesse accadere che una serpe decidesse di concederci l’onore di visitare la aiuola sinergica, mi chiederei quale irresistibile motivo possa convincerla a lasciare i tanti rifugi rocciosi nelle campagne circostanti per avventurarsi nel mezzo del paese, fra umani minacciosi, cani, automobili e rumori assordanti. Forse per tentarci offrendoci la mela del Peccato Originale?

Questo biacco bello grosso era nella nostra campagna, ridotto all’immobilità, e morto poco dopo, forse per il sopravvenire del freddo, o forse perchè ha mangiato qualche topo avvelenato con veleno per topi?


No, sono sicuro che un motivo potrebbe averlo per venire dentro la città, come ho cercato di spiegare l’altro ieri al signor Ciccio che passeggia di là ogni giorno appoggiato al suo bastone, e sono… i topi. Se la città fosse infestata dai topi, forse qualche scorzune potrebbe anche decidere di correre il rischio. E -aggiungo- se la città fosse infestata dai topi, sarebbe una benedizione che animali come i biacchi, ma anche i barbagianni, compiano secondo la loro natura una efficace contromisura biologica.
E gli aspidi? quelli – animali che anche un bambino di 4 anni è in grado di distinguere dai biacchi, dopo averli osservati entrambi- quelli sì potrebbero essere pericolosi per l’uomo, e il signor Ciccio lo sa, perchè molto tempo fa è stato morsicato da un aspide (il nome calabrese – e greco- della vipera). Se siete pratici di montagna sapete anche perchè è successo… Bravi, perchè ha messo i piedi dove non doveva, nei cespugli o nell’erba alta. Anche se dubito ancor di più che una vipera si possa mai trovare bene in un centro cittadino, per di più a soli 400 metri sul livello del mare, come ulteriore elemento a discredito di certa ofidofobìa strisciante dirò che l’aiuola sinergica ha una regola molto importante, con o senza immmaginari serpenti velenosi dentro:
“non si calpestano le aiuole!”
Si cammina solo sulle mattonelle dei vialetti, mai sul suolo coltivato. Non per via delle serpi, naturalmente, ma se questa paura puo servire ad impedire ad un bifolco di calpestare le aiuole, allora ben venga!
Riguardo ai topi, ieri l’amministrazione comunale ha compiuto una azione di derattizzazione: con questo diventa ancora più improbabile che dei biacchi, per quanto cretini, vengano in città unicamente per farsi ammazzare. Tranquilli!

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...