“agricoltura a basso consumo”?

ciao a tutti sono rocco, e mi accingo a descrivere ad amici e conoscenti che ne hanno chiesto notizia che cosa sto facendo in questo periodo in campagna, cercando magari di sporcare di cruda realtà quell’idea Bukolika che molti soprattutto in Germania hanno dell’attività agricola.  Mi trovo infatti da poco tempo a vivere in una regione falsopianeggiante nel sud della penisola italiana, chiamata Piana di Gioia Tauro, e precisamente a Cittanova, la città posta alle pendici dell’Aspromonte, al limite  della Piana. Fra le altre cose trascorro il mio tempo qui prendendomi cura di un terreno di mezzo ettaro su cui vegetano una quarantina di olivi centenari. Ho carta bianca dal proprietario su che cosa combinarci dentro, perciò posso sperimentare nel limite delle mie possibilita fisiche e nei limiti del portafoglio, che è pressochè vuoto.

Miei principi di base fin dall’inizio (ho iniziato circa 3 anni fa a riflettere e – letteralmente- tastare il terreno durante brevi soggiorni) erano quelli di ecologia, economia, estetica, conservazione del patrimonio arboreo gia presente e monumentale. negli scorsi anni ho letto e riletto tante cose nell’ambito della permacultura, una specie di filosofia di matrice anglosassone la cui trattazione verte sul topos del giardino privato come eden umano e naturale assieme, sull’autosostentamento alimentare e la qualità del cibo prodotto in loco come valore assoluto della vita.

Peccato che i libri che leggevo erano tarati sul clima continentale europeo, o quello anglosassone, con le sue piante, le sue successioni delle stagioni, la sua cultura piu o meno “naturista”, tutte cose che non corrispondono bene con la situazione di queste contrade proiettate per molti versi piu verso l’africa che verso l’europa.

Ma tutte ste cose spero di riuscire a spiegarle via via guardando le immagini…

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a “agricoltura a basso consumo”?

  1. luca ha detto:

    Rocco, bellissima introduzione…non vedo l’ora di leggere il resto… Spero di venire presto 😉 Luca PS. Fammi sapere come va con la pacciamatura e i pomodori. Si potrebbe provare con dei pomodori con pacciamatura e altri senza pacciamatura…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...